L’ora della creatività: le TED talk

Una TED talk alla settimana

Continua la rubrica sull’ora della creatività, per stimolare nuove idee e portare a spasso la mente.
La prima puntata era dedicata ai miei canali YouTube preferiti, oggi facciamo una tappa alle conferenze TED.

TED è un’organizzazione non profit nata negli Stati Uniti negli Anni Novanta, e organizza una volta all’anno una conferenza per parlare delle idee e delle menti più straordinarie del pianeta.

Se c’è un pozzo infinito da cui attingere per farsi ispirare, è proprio quello delle TED talk.

Ultimamente cerco di vederne almeno un paio alla settimana: non durano mai più di venti minuti, e sono un concentrato di pensieri meravigliosi che possono davvero rivoluzionare la vita.

Condivido qui le mie preferite (anche se è stato molto difficile scegliere), che hanno concretamente cambiato il mio modo di vedere il mondo, mi hanno commossa, emozionata e divertita. E ognuna ha scatenato una reazione a catena e mi ha portato a scoprire altri stimoli creativi inaspettati.

Lasciatevi ispirare anche voi dalle mie cinque TED talk preferite:

Elizabeth Gilbert on Genius
Lei è l’autrice di “Mangia, Prega, Ama” e di un bel libro (guarda caso) sulla creatività che sto leggendo proprio in questi giorni: “Big Magic”.


Andrew Stanton: The clues of a great story
Lui è un regista della Pixar, e la sua talk è un bellissimo viaggio sul potere delle grandi storie. Occhio, ci si commuove.


Amy Cuddy: Your body language shapes who you are
Lei è una psicologa, scrittrice e docente, e ci mostra dei sorprendenti risultati che possiamo raggiungere semplicemente cambiando la nostra postura.


Deb Roy: The Birth of a word
Lui è docente al MIT e il Chief Media Scientist di Twitter.
Mettetevi comodi, perché la sua talk sugli studi che lui e il suo team hanno fatto sulla nascita del linguaggio vi lascerà a bocca aperta.


Susan Cain: The Power of Introverts
Lei è una scrittrice: vi ho già parlato del suo libro sul Potere degli Introversi e di questa talk. Ma ve lo voglio riproporre perché la sento così vicina e mi dà così tanto coraggio sentirla parlare che spesso me la riguardo per ritrovare le forze nei momenti in cui mi sento sbagliata.