Da Orsone, il ristorante dei Bastianich

Orsone, il ristorante di Joe Bastianich

Non sono una fan di Masterchef né dei programmi di cucina in generale, ma devo ammettere che Joe Bastianich mi è sempre stato simpatico, nel suo essere guascone e senza peli sulla lingua, e soprattutto la sua personalità (e cucina) friulano-newyorkese.

Ho scoperto tempo fa Orsone, il ristorante che ha aperto con la madre Lidia a Cividale del Friuli, in provincia di Udine, e quest’anno ho deciso di togliermi lo sfizio e festeggiare lì il mio compleanno.

Ingresso Orsone
L’ingresso del ristorante e bed&breakfast Orsone

 

Orsone è un ristorante/taverna con bed&breakfast immerso nei vigneti, anche questi di proprietà Bastianich. Il vino servito in tavola è infatti della loro cantina.

Le caratteristiche principali nelle gestione di questo posto sono la piacevole e accogliente informalità nel servizio, e il fatto che non è decisamente un posto per vegetariani.
I Bastianich amano la carne, e si vede.

Partiamo dall’informalità: nel ristorante lavorano ragazzi giovani che, insieme ai prezzi molto accessibili, rendono il locale un punto di riferimento non solo per pranzi impegnativi, ma anche per un hamburger veloce e una birra gustati direttamente al bancone, tra una chiacchiera e l’altra con il personale.

La sensazione è quella di essere a casa propria: per il camino che scalda subito l’ambiente, per la simpatia dei dipendenti, per la struttura che è effettivamente una casa di campagna. Ma anche per l’orto di Lidia che ti accoglie all’ingresso con gli odori che poi ritrovi nei centrotavola. E la musica di sottofondo, che testimonia la passione di Joe per il rock classico.

L'orto di Lidia Bastianich
L’orto di Lidia Bastianich

Il menu

Un vero mix tra tradizione friulana e newyorkese, è, come dicevo prima, quasi tutto a base di carne: gli spaghetti con le meatballs, le veil chops con la salsa barbecue per la parte newyorker, o il cervo per la parte friulana.
Ma c’è anche qualche piatto di pesce, come i Maryland crab cakes alla newyorkese (preparati con il locale granciporro), i tagliolini all’astice, la ricciola panata con una salsa al cream cheese.

I Maryland crab cakes
I Maryland crab cakes

 

La ricciola panata con salsa al cream cheese
La ricciola panata con salsa al cream cheese

Una menzione speciale va a uno degli antipasti, che, lo dico mano sul cuore, è uno dei piatti più buoni che abbia mangiato recentemente: l’uovo toc’ in braide, un uovo poché con polentina morbida, fonduta di formaggio e tartufo nero.
Posso gridare al capolavoro?

L'uovo toc' in braide
Capolavoro.

Con il vino cascavo in piedi. Sono una grande appassionata di vini friulani e da Orsone non sono stata delusa né dai bianchi né dai rossi, anche per i prezzi (al calice vanno dai tre ai sette euro, mentre le bottiglie restano quasi tutte sui cinquanta euro).

I vini di Bastianich

Le uniche note dolenti sono state le porzioni un po’ misere dei secondi, sproporzionate rispetto al prezzo, e i dolci.
Pregustavo una fetta di New York cheesecake (che per me è il dolce della vita), e invece abbiamo dovuto optare per un tiramisù “alla loro maniera” che era una tortina al cioccolato, e l’invitante, all’apparenza, “Pane, latte e cioccolato”: un budino di pane e latte un po’ insapore abbinato a un gelato spolverizzato al cioccolato: molto bello, ma non eccelso.

Il "Pane, latte e cioccolato" di Bastianich
il “Pane, latte e cioccolato”

 

Il tiramisù di Bastianich
Il tiramisù.

Però, a parte questo, Dio benedica i Bastianich per la capacità di aver creato un ambiente accogliente ma curato in ogni dettaglio, e una cucina raffinata senza essere spocchiosa.

Joe Bastianich organizza nel locale anche degli eventi musicali.
Se vi interessa, tenete d’occhio la pagina Facebook di Orsone.

 

La foto di copertina è tratta dal blog Storie Buone.
Le foto all’interno dell’articolo sono mie.